LA CONTRACCEZIONE D'EMERGENZA O PILLOLA DEL GIORNO DOPO Stampa

Dr.ssa Roberta  Mombelli
Specialista in Ginecologia e Ostetricia

Che cos’e la contraccezione d’ermergenza?
E’ una metodica che utilizza un farmaco per uso orale, contenente l’ormone progestinico levonorgestrel alla dose di 750 mcg, che ha lo scopo di prevenire una gravidanza indesiderata in caso di un rapporto sessuale non protetto o nelle situazioni di fallimento del sistema contraccettivo adottato.


Quando utilizzare la contraccezione d’ermegenza?
La contraccezione di emergenza è un metodo che ha scopo di prevenire la gravidanza, in caso di rapporto sessuale non protetto, bloccando l’ovulazione o impedendo l’impianto dell’ovulo eventualmente fecondato, se il rapporto sessuale è avvenuto nelle ore o nei giorni che precedono l’ovulazione, cioè nel periodo di massima probabilità di fecondazione. Il metodo non è più efficace una volta iniziato l’impianto.

Qualche esempio:
• il preservativo sistemato male, si è sfilato, si rompe ò è stato impropriamente rimosso
• vi è stato un rapporto sessuale senza l’uso di un metodo anticoncezionale da parte sua o del suo partner
• l’inefficacia del coito interrotto (purtroppo una pratica troppo usata e ricca di insuccessi)
• un rapporto sessuale non condiviso (violenza carnale)
• l’espulsione completa o parziale della spirale
• l’assunzione non corretta della pillola contraccettiva


Quante probabilita’ di gravidanza ci sono dopo un rapporto a rischio?
Se il rapporto sessuale avviene nel periodo fertile della donna (ovulazione), le probabilità sono circa del 25% anche se di fatto non è facile prevedere con sicurezza l’esatto giorno dell’ovulazione. Inoltre gli spermatozoi possono rimanere fertili per 3-4 giorni dopo il rapporto sessuale.

Come funziona la contraccezione d’emergenza?
Se il rapporto sessuale è avvenuto nella fase pre-ovulatoria (quando la probabilità della fecondazione è più elevata) si ritiene che, ai dosaggi indicati, il farmaco agisca principalmente prevenendo l’ovulazione e la fecondazione; inoltre può provocare delle modificazioni della mucosa uterina rendendola inadatta all’impianto.

Come deve essere assunta?
E’ necessario assumere due compresse insieme il più presto possibile, preferibilmente entro 12 ore e comunque non oltre 72 ore (3 giorni) dal rapporto sessuale non protetto. L’efficacia del medicinale non è garantita se viene omessa l’assunzione di una compressa.

La contraccezione d’emergenza e’ efficace?
La contraccezione d’emergenza è tanto più efficace nella prevenzione della gravidanza quanto più precocemente le compresse vengono assunte. Infatti è stato stimato che previene l’85% delle gravidanze indesiderate.

Questo farmaco puo’ modificare l’inizio della mestruazione?
In genere non è facile prevedere la mestruazione poiché, ciò dipende dalla fase del ciclo in cui è stata assunta la contraccezione d’emergenza e se l’ovulazione era già avvenuta o meno. Più frequentemente il ciclo compare senza grossi ritardi o anticipi. In caso di ritardo superiore a 5 giorni si consiglia di fare un test di gravidanza.

Quali sono i possibili effetti collaterali?
Si può verificare qualche disturbo con una sensibile diversità tra una donna e l’altra. Si tratta comunque di disturbi lievi quali nausea, vomito, vertigini, cefalea, diarrea effetti che generalmente scompaiono entro 48 ore dall’assunzione del farmaco. In caso di vomito che compare entro 3 ore dall’assunzione delle compresse, è necessario ripetere il trattamento utilizzando una nuova confezione di compresse.
Il farmaco non può essere utilizzato in pazienti con disfunzione epatica grave; sindromi da malassorbimento come la malattia di Crohn. L’uso concomitante di alcuni farmaci usati per l’epilessia, tubercolosi, HIV, antibiotici, antimicotici e Hypericum perforatum (erba di San Giovanni) possono ridurre o annullare l’efficacia di questo farmaco d’emergenza.

Ci sono rischi nell’assunzione di questo contraccettivo d’emergenza nel caso di una gravidanza gia’ instaurata?
In caso di fallimento con conseguente insorgenza di una gravidanza, i risultati degli studi eseguiti ad oggi permettono di escludere che questo farmaco possa provocare malformazioni al feto in via di sviluppo.

Questo farmaco puo’ essere adottato come metodo contraccettivo abituale?
Assolutamente no perché serve a ridurre il rischio di una gravidanza indesiderata e non a prevenirla.
Infatti il suo meccanismo d’azione è diverso da quello della pillola contraccettiva: la pillola inibisce l’ovulazione mentre la contraccezione d’emergenza agisce a livello dell’ovulazione, della fecondazione e della mucosa dell’utero rendendola inadatta all’impianto.

La contraccezione d’emergenza inoltre non e’ efficace per interrompere una gravidanza iniziata, seppure da poco tempo.

Quando si puo’ iniziare o riprendere un regolare metodo contraccettivo?
Praticamente subito.