Modulo creato da J!MatHome
Area riservata
Via della Guastalla, 8. Milano
Tel: 02 861145 - 02 877829 - 3666889683 -3666889681
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
Home Spazio aperto Biblioteca
Biblioteca
Nel paese dello zio Tom - Capitolo VII Stampa E-mail
Intanto anche nel Sud le donne si erano svegliate. Prima della guerra civile, lavoravano solo le "nere", nelle grandi piantagioni o presso le famiglie dei ricchi padroni bianchi. Dopo, invece, anche ragazze di pelle bianchissima dovettero uscire di casa e cercarsi un lavoro, poiché l'intera economia del Sud era stata sconvolta: cominciava infatti ad arrivare l'industria, dove l'agricoltura basata sulla schiavitù aveva prima esteso il suo impero incontrastato. Anche se il lavoro, da solo, non basta per rendere libera la donna, è indubbiamente una condizione importante, indispensabile per la sua emancipazione, o anche solo per farle desiderare di emanciparsi. Quindi anche nel Sud cominciarono a circolare le nuove idee femministe, nonostante gli uomini le vedessero con molto sospetto, misto a una sincera incredulità.
Leggi tutto...
 
La grande delusione - Capitolo VI Stampa E-mail
Quando scoppiò la guerra tra Nord e Sud, quella guerra che doveva portare nel 1865 all'abolizione della schiavitù, le femministe si riunirono di nuovo a congresso e diedero vita alla Lega nazionale delle donne patriote, mettendosi al servizio del loro paese. Conviene ricordare che il movimento femminile era nato e si era sviluppato esclusivamente negli stati del Nord, per cui non ci furono scissioni o conflitti all'interno di esso. Del resto le donne non partecipavano ad azioni di guerra, ma assistevano i feriti e soprattutto sostituivano gli uomini nei posti di lavoro.
Leggi tutto...
 
La strategia di Miss Anthony - Capitolo V Stampa E-mail
Nel 1850 si tenne a Worcester il I Congresso nazionale per i diritti femminili, e da allora si ripeté ogni anno fino al 1860, mentre altre riunioni si organizzavano in molte città. Sembrava che le donne avessero scoperto finalmente la necessità di incontrarsi per discutere pubblicamente, chiarirsi le idee e fare dei programmi. Nel registrare questo fenomeno, del tutto nuovo per quei tempi, i giornali scrissero che le donne non sapevano far altro che parlare, ma poi a poco a poco il loro atteggiamento cambiò, anche se non divenne mai molto tenero. Esse ebbero dalla loro parte solo la stampa abolizionista e quella femminile, che era generalmente redatta da donne, come lo Woman's Advocate che apparteneva a un gruppo femminista e rifiutava qualsiasi collaborazione maschile.
Leggi tutto...
 
La lotta per il lavoro negli USA - Capitolo IV Stampa E-mail
Come la prima donna che osò chiedere il voto fu americana, così il primo movimento organizzato per avanzare tale richiesta sorse negli Stati Uniti. Ma passarono giusto due secoli fra i due avvenimenti, e l'occasione la fornì un'altra battaglia già in corso, con obiettivi assai simili: quella per l'abolizione della schiavitù. Come è noto, negli Stati del Sud esistevano milioni di schiavi negri nelle piantagioni di cotone, trattati non da esseri umani ma come bestie: brutalizzati, venduti, umiliati dai loro padroni bianchi, dopo che altri bianchi, i negrieri, li avevano strappati con la forza dai loro paesi africani e portati in catene al di là dell'oceano.
Leggi tutto...
 
Le prime avvisaglie - Capitolo III Stampa E-mail
Come ogni grande battaglia, anche questa per il voto preceduta da una lunga preparazione. La prima donna che "osò" chiedere di poter votare fu un'americana, Margaret Brent, che nel lontano 1647 avanzò la sua richiesta nella città di Maryland.
In quel periodo infuriava la caccia alle streghe, che venivano arse vive sul rogo non appena erano sospettate di avere a che fare col maligno, e fu già molto che la Brent non facesse la stessa fine. Comunque, si ebbe un bel rifiuto e la finì lì. Ma già qualche anno prima, nel 1640, un'altra americana, Anne Hutchinson, aveva sollevato il problema della parità dei diritti fra uomini e donne, affermando che anche queste dovevano avere voce in capitolo all'interno della chiesa puritana, a cui apparteneva.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 11