Modulo creato da J!MatHome
Area riservata
Via della Guastalla, 8. Milano
Tel: 02 861145 - 02 877829 - 3666889683 -3666889681
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
Home Rubriche Psicologia
Psicologia
La funzionalità del sintomo Stampa E-mail

Analisi di un percorso terapeutico
Dott.ssa Silvia Cipolli
psicologa-psicoterapeuta del Centro Problemi Donna

La Psicoterapia Strategica consiste essenzialmente nel ristrutturare la visione che il soggetto ha della realtà, ovvero operare un cambiamento del significato e del valore che l’individuo attribuisce all’esperienza. Ma è attraverso il riconoscimento del sintomo o nella totale remissione che si può individuare l’indice di un cambiamento?
Su tale quesito si struttura il presente lavoro, in cui, attraverso l’analisi di un caso clinico di disturbo alimentare, si spiegherà il senso e la dimensione del cambiamento in chiave strategica e la modalità di “co-gestione”, tra paziente e terapeuta, del sintomo.
Ciò che emerge dall’analisi del caso è il ruolo adattivo del disturbo e l’aspetto vantaggioso del sintomo per la paziente. Infatti, dopo un anno e cinque mesi di lavoro terapeutico, è stato possibile verificare un cambiamento della paziente, la quale, anche senza la totale remissione del sintomo, tuttavia è stata in grado di avvicinarsi ad esso, conoscendone e riconoscendone anche i vantaggi secondari. Il ruolo del terapeuta strategico è, infatti, consistito nell’aiutare il cliente a non ”attaccare” il sintomo, ma ad “utilizzarlo”, poiché è solo cercando di entrare in contatto con la funzionalità di uno specifico sintomo che questo può perdere di efficacia.
Leggi tutto...
 
Riparliamo di MOBBING Stampa E-mail

Mobbing è un termine inglese, che in origine è stato usato per descrivere il comportamento degli uccelli che, per difendere il nido, volano minacciosi attorno all¹aggressore, per spingerlo ad allontanarsi. Dagli anni ottanta questo termine viene applicato alle persecuzioni sul posto di lavoro.
Il MOBBING non è una pugno sul naso o una coltellata alle spalle. È molto di più, ma è molto più sottile, molto meno visibile e assai devastante. La vittima di MOBBING non ha più la voglia di niente, si sente annichilita, soffre in silenzio una sofferenza che può condurre, in casi estremi, al suicidio.
Come riconoscere il MOBBING e difendersi? Le nostre consulenti scrivono.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 4