Modulo creato da J!MatHome
Area riservata
Via della Guastalla, 8. Milano
Tel: 02 861145 - 02 877829 - 3666889683 -3666889681
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
Home Spazio aperto Libri 1Q84 LIBRO 3 Ottobre-Dicembre (ichi-kew-hachi-yom)
1Q84 LIBRO 3 Ottobre-Dicembre (ichi-kew-hachi-yom) Stampa E-mail

Recensione di Marina Mariani dal libro di Murakami Haruki
Einaudi pg. 400 Euro 18,50

La casa Editrice Einaudi ha tradotto il terzo libro del romanzo di Murakami Haruki 1Q84.
Nella terza parte del suo romanzo l'autore svela le strutture narrative della novella occidentale novecentesca per offrire ai lettori in viaggio attraverso la creazione di mondi possibili e ricordarci che ogni umana nascita è gettata in un universo.

 

Se vi interessa la recensione del primo e secondo libro, la trovate entrando in Spazio Aperto, sezione Libri

 

Ogni esistenza è una costante ricerca di senso per sé e per chi ci sta vicino. Bastano due persone per rendere reale qualcosa che prima non c'era: un amore, molti amori, una vita, molte vite. Bastano uno scrittore e un lettore per dare vita ad una storia, 1000 storie.

Chi ha già letto i due libri precedenti sa che Murakami Haruki ha concluso la sua narrazione regalando a noi lettori più dubbi che certezze sulle vite di Aomame, Tengo e Komastu e i “little people”, a tutti coloro che non li hanno ancora letti e non sanno chi sono, consiglio di comprare l'opera completa per godere appieno della capacità dell'autore di costruire linguaggi, intrecci e nuove regole narrative.

La terza parte si apre con i ritmi del giallo. Attraverso l'investigatore privato Ushikawa il puzzle narrativo viene ricomposto per fornire al lettore aspetti della storia rimasti completamente in ombra. Ushikawa ostinato segugio dall'intuito strepitoso condurrà noi lettori a rivedere aspetti della storia che ci ha avvinto sotto differenti punti di vista fino a condurci ad una realtà che non avevamo previsto.

Scopriremo la semplicità realtà del ricordo precoce di Tengo riguardo alla propria madre scomparsa drammaticamente in circostanze oscure. Ci verrà  svelato il motivo del tenace silenzio del padre di Tengo e lentamente prenderemo atto di come sia possibile per Aomame e Tengo vivere in una realtà “al di là dello specchio” anche quando le vie del ritorno al mondo presente sembrano essere precluse.

Ushikawa nella sua determinazione d'uomo solitario, che coglie le tracce lasciate dal mondo reale, ci condurrà alla verità.

Murakami haruki attraverso di lui tira le fila di tutte le trame, di tutti i personaggi, i misteri, le domande in sospeso per porci di fronte all'enigma di sempre: l'amore.