Modulo creato da J!MatHome
Area riservata
Via della Guastalla, 8. Milano
Tel: 02 861145 - 02 877829 - 3666889683 -3666889681
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
  • CPD
Home Rubriche Ginecologia MAMME D'ESTATE
MAMME D'ESTATE Stampa E-mail

Articolo di Barbara Colombo - ostetrica

L’essere incinta durante l’estate, soprattutto ad un’epoca gestazionale avanzata, può comportare alcuni disagi.
Il peso del bambino comporta uno sforzo fisico maggiore così come il metabolismo aumentato e questo stanca molto le mamme in attesa. 


Il consiglio che viene spesso dato è di bere molta acqua, certo i liquidi sono molto importanti ma attenzione a non eccedere, perché in gravidanza i liquidi si accumulano molto facilmente specie a livello degli arti inferiori.
La sudorazione intensa provoca anche la perdita di sali minerali e vitamine che invece sono molto importanti per il benessere materno, ciò non significa che la soluzione migliore sia reintegrare la perdita con preparati farmaceutici, i quali sono da assumere soltanto dietro prescrizione di chi vi segue in gravidanza perché l’eccesso delle vitamine stesse e dei sali minerali ha degli effetti collaterali spiacevoli.
Una buona soluzione che concilia il recupero di liquidi con il recupero di vitamine e sali minerali è alternare l’acqua a delle spremute o frullati di frutta e verdura che, oltre a dissetare forniscono zuccheri, sali minerali e vitamine.
Per quel che riguarda l’alimentazione, a meno di specifiche diete che stiate seguendo sotto controllo del vostro medico, vale la regola “dieta più varia possibile limitando i grassi e gli zuccheri complessi”.
Abbiamo la fortuna di vivere in un paese  dove frutta, verdura, formaggi, carni e pesce non mancano quindi sfruttiamo questa risorsa!!!
Una regola comune sia alle donne in gravidanza che a tutte le donne è di evitare se possibile di uscire di casa negli orari di estremo caldo quindi tra mezzogiorno e le quattro del pomeriggio, se praticate dell’attività fisica, che sia anche solo una passeggiata al parco è meglio scegliere orari serali.
E per le mamme con un neonato? Come sopravvivere al caldo? Bisogna tenere presente che i neonati alla nascita hanno una dispersione di calore maggiore rispetto a quella delle persone adulte e per un certo periodo di tempo il loro controllo termico rimane inadeguato.
Evitare quindi di esporre il neonato a freddo o correnti d’aria o di lasciarlo bagnato a lungo lo aiuta a non disperdere troppo calore.

L’esagerazione però porta sempre effetti negativi, spesso si vedono bambini coperti da numerosi strati anche a temperature elevate. È bene non eccedere e se decidete di portare il vostro bambino all’esterno evitate le ore centrali della giornata, proteggetelo dal sole con un cappellino leggero e vestitelo a seconda di come voi sentite la temperatura esterna, cioè non lasciatelo nudo ma nemmeno con la tutina invernale.

Un body e il lenzuolino se fa molto caldo oppure un body e una tutina leggera sono l’abbigliamento ideale per le passeggiate estive durante la giornata. Per quel che riguarda l’alimentazione, se allattate al seno ricordatevi che il bambino trae acqua e tutti i nutrienti dal vostro latte quindi non ha bisogno di aggiunte di altri tipi di liquidi.
E per finire…le vacanze.
Sia che voi siate ad inizio gravidanza che a termine di gravidanza potete andare tranquillamente in vacanza al mare o in montagna.
Ci sono alcune precauzioni che comunque è bene adottare, sempre molta attenzione all’eccessivo caldo quindi se siete al mare privilegiate la mattina presto e il tardo pomeriggio. Nessuna controindicazione a bagni e passeggiate in montagna a patto però che non siano troppo faticose e stancanti. Per le mete lontane prima di prenotare informatevi se la compagnia aerea imbarca donne incinte e fino a quale settimana.
Ultimo consiglio ma fondamentale: portate con voi in vacanza, dovunque andiate, le vostra documentazione riguardante la gravidanza. In caso di necessità l’ospedale presso cui vi recate potrà offrirvi un’assistenza migliore se è a conoscenza della vostra situazione.
Per quel che riguarda i neonati, passato il mese di vita anche loro possono concedersi un po’ di vacanza, magari preferite i climi freschi del lago al caos delle spiagge se sono molto piccoli ma dal quarto mese di vita in poi potete decidere di andare dove volete.
L’estate è una stagione molto calda ma anche molto bella,  quindi godetevela più che potete…